Monasteri di Subiaco

Il Sacro Speco di Subiaco e l’Abbazia di Santa Scolastica

 

Immaginate un luogo sperduto, una montagna impervia vicino ad un piccolo borgo sconosciuto ai più nell’anno domini 500 d.C., dove approda, 15 secoli fa, un giovane ragazzo di nome Benedetto in cerca di una risposta alla sua volontà di stare in in solitudine con il Signore.

Dal luogo oggi chiamiamo Sacro Speco, la grotta dove passerà i suoi primi tre anni come eremita a Subiaco, Benedetto è stato capace di dare spinta ad un ordine religioso il quale ha influenzato storia, cultura e spiritualità per i secoli successivi.

Dei dodici monasteri da lui fondati oggi ne rimane uno solo, il Monastero di Subiaco di Santa Scolastica, protocenobio benedettino, testimonianza spirituale senza eguali, luogo di cultura e di “resistenza” contro barbarie. La sua biblioteca ha conservato opere di pregio inestimabile sottraendole alla distruzione e facendo si che arrivassero a noi. Per far ciò si fregiò anche di diventare la prima tipografia italiana ospitando tra le sue stanze due allievi del Gutenberg i quali, per la prima volta, stamparono in Italia.

I monaci non soddisfatti di tale testimonianza si fecero carico di costruire un nuovo monastero, che avesse le sue radici nella Grotta santa dove Benedetto aveva iniziato la sua avventura. L’odierno Monastero del Sacro Speco è la testimonianza di tale zelo dell’ardore spirituale che i monaci di Subiaco dimostrarono per il loro fondatore.

 

Visitate i Monasteri di Subiaco e scoprire l’Ordine Benedettino,

una storia che ha cambiato il mondo.